NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Aree Operative

  • - Sviluppo di nuove strategie aziendali e relativo Business Plan
    - Coerenza tra sviluppo organizzativo e business
    - Piani di rilancio per situazioni di crisi aziendale
    - Passaggi generazionali
    - Delocalizzazioni ed operazioni straordinarie

    Gestione di un processo di turnaround (aeroporti Verona)

    L'azienda necessitava di una revisione organizzativa con ottimizzazione degli FTE, revisione processi di natura amministrativa-gestionale, stabilizzazione dei rapporti con il sistema bancario e efficientamento dei processi IT. L'intervento articolato in periodi temporali diversi della durata complessiva inferiore ai 18 mesi, ha coinvolto quattro temporary manager del network Empeiria in ambito Risorse Umane, Amministrazione/finanza, controllo di gestione e IT. Il sensibile risparmio dei costi di struttura dovuti a questi articolati interventi ha permesso un importante rilancio dell'azienda.

    Read more

    Caso Aqualeuna: IL Temporary Management di Empeiria declinato alla tedesca

    Già nel corso del 1° semestre 2013 la Direzione Aquafil decide di utilizzare un associato Empeiria come Temporary Manager nel ruolo di Responsabile Plant che operando in loco abbia la funzione di velocizzare il processo di integrazione nel gruppo Aquafil sia come logiche di governance che come integrazione informatica operando anche come facilitatore dei team di lavoro di casa madre in congiunzione con il team locale.

    Read more

  • -Change management: gestione di processi complessi di cambiamento (analisi clima, pianificazione strategica, implementazione strategica)
    -Analisi organizzativa: adeguamento della struttura alla mission aziendale
    -Sviluppo Risorse Umane: dalla valutazione delle competenze ai gap formativi
    -Formazione: progettazione, finanziamenti, esecuzione attività
    -Relazioni Industriali
    -Contenzioso del lavoro
    -Valutazione stress da lavoro correlato

    Ristrutturazione Aziendale

    Gestione della chiusura della rete di vendita di un importante catena di distribuzione in Calabria nel 2010. Si è proceduto ad incontri con il personale interessato alle chiusure per proporre trasferimenti in altre regioni. Verificato quanti dipendenti non potevano trasferirsi, sono seguiti Incontri con le OOSS e regione Calabria per un accordo di mobilità o ottenere la mobilità in deroga nel caso degli apprendisti.

    Si è poi giunti ad un accordo complessivo di mobilità incentivata. Il tutto in lasso di tempo relativamente breve (6 mesi) e senza alcun contenzioso e nel pieno rispetto dei mandati aziendali.

    Read more

    Nuova azienda per un nuovo mercato

    Nuova azienda per un nuovo mercato

    Due aziende della distribuzione organizzata hanno deciso di creare una nuova azienda per portare una nuova tipologia distributiva in un nuovo mercato. Si sono affrontati tutti gli aspetti della gestione delle risorse umane dal reperimento, allo sviluppo organizzativo, alle relazioni sindacali. In particolare si è raggiunto con le organizzazioni sindacali un accordo che ha derogato in alcune sue parti alla contrattazione nazionale consentendo una rapida andata a regime delle nuove strutture.

     

    Il reperimento delle risorse è stato gestito in tutte le sue forme: utilizzo delle case madri, mercato del lavoro della regione, giovani con potenziale. La leva dell'apprendistato in un mercato del lavoro non facile è stata quella che ha consentito da un lato risparmi dall'altro la creazione di proprie professionalità. In poco tempo la nuova azienda è divenuta leader in quel mercato.

    Read more

  • - Marketing Analitico e Strategico
    - Predisposizioni di Piani di Marketing
    - Ricerca di Trading Company e collaboratori all'estero

    Azienda meccanica di medie dimensioni

    Azienda meccanica di medie dimensioni

    Azienda meccanica fondata nel 1956, di medie dimensioni con 150 persone impiegate ed un fatturato di 20 milioni di Euro. Iniziato il rapporto di lavoro ad inizio 2004 con l'obiettivo comune di raddoppiare i volumi di produzione ed il fatturato nel più breve tempo possibile, in quanto l'azienda lavorava a circa il 50% della propria capacità produttiva. Da subito si è individuata la necessità di cambiare la struttura di vendita rimpiazzando i due capi area con tre nuove figure, aventi la propensione ai mercati esteri in quanto la azienda era dedicata al 90% al mercato italiano e solo un 10% al mercato estero.

    Da subito ho sviluppato direttamente i mercati di lingua tedesca che sono i più importanti per il tipo di prodotto, in quanto assorbono circa il 40% dei volumi europei, lasciando gli altri mercati ai due capi area.
    Molto importante è stato lo sviluppo del mercato auto motive che ha richiesto un grosso sforzo vista la complessità tecnica di ottenere le varie omologazioni e contemporaneamente di portare un cambio di mentalità e di organizzazione all'interno dell'azienda, per potere servire questo complesso segmento di mercato.

    Dopo un anno di intenso lavoro si è raggiunto l'obiettivo di raddoppiare le vendita e quindi la produzione saturando la capacità produttiva aziendale
    Nel 2007 la proprietà ha deciso un grosso investimento che aumentava del 50% la capacità produttiva, investimento che richiedeva circa 18 mesi per la realizzazione. Durante i 18 mesi successivi si è lavorato ad espandere ulteriormente la rete di vendita negli altri principali paesi europei industrializzati per arrivare a saturare la capacità produttiva subito dopo lo start up del nuovo impianto. L'obiettivo è stato centrato ed il nuovo impianto ha iniziato a lavorare full time da subito.

    Nel 2009 c'è stata un leggera contrazione delle vendite a causa delle forte crisi. Dal 2010 si è ripreso a lavorare al massimo della capacità produttiva.
    In breve dal 2004 al 2010 la società ha triplicato i volumi di vendita ed il proprio fatturato: da 20 a 60 milioni, di cui il 75% nel mercato estero ed il 25% nel mercato italiano ed aumentato il proprio organico da 150 a 220 addetti.

    Maurizio Savegnago

    Read more

    Riorganizzazione area commerciale

    Riorganizzazione area commerciale

    Azienda che commercializzava elettrodomestici da incasso per le cucine, built in, con distribuizione degli elettrodomestici di alcuni tra i migliori marchi del mercato presso negozi di arredamento, centri cucine ed architetti. Necessità di inserimento di un direttore vendite per riorganizzare l'area commerciale, al momento non gestita da una figura dedicata, collaborando a stretto contatto con la proprietà.

    Compiti e responsabilità:

    • Raggiungimento degli obiettivi aziendale (programmati insieme alla proprietà)
    • Pianificazione dei target della forza vendite/clienti e relativo monitoraggio
    • Riportare alla proprietà nuove proposte di mercato da proporre al trade
    • Selezione e formazione area manager ed agenti

    Note sul contesto organizzativo ed altri aspetti del ruolo:

    • Gestione di n.1 responsabile marketing, n. 3 capi area e n. 20 agenti
    • Organizzazione attività promozionali per i clienti
    • Programmazione e gestione riunioni commerciali (es. presentazione canvass)
    • Pianificato e realizzato corsi aggiornamento/vendite per tutti i componenti dell'azienda
    • Fatturato azienda € 25 milioni, incremento più del 250% in 6 anni

     

    Esempio di sviluppo attività commerciale

    Situazione: i clienti (arredatori, architetti, produttori cucine) poco interessati agli elettrodomestici ed attenti solo al prezzo

    Obiettivo: fare conoscere meglio i prodotti

    Azione: Dopo attenta analisi ho convinto la proprietà ad assumere una professionista capace di fare conoscere le caratteristiche dei nostri elettrodomestici. Siamo stati i primi del settore ad iniziare questo tipo di attività (poi imitati dai nostri competitors e produttori di elettrodomestici). La professionista faceva i corsi ai nostri clienti presso le nostre sedi, negli show room e organizzava eventi: cucine attive.

    Risultato: miglioramento delle vendite di prodotti della fascia alta di mercato e più redditizi per l'azienda: più 90%

    Sintesi: clienti che non conoscevano il prodotto; buona parte dei clienti sono contenti di essere preparati tecnicamente; migliorata l'immagine dell'azienda

    Read more

  • - Ristrutturazioni finanziarie
    - Progetti di financing per la realizzazione di piani di investimento
    - Principi contabili internazionali
    - Operazioni straordinarie e di finanza straordinaria
    - Risk Management e adozione protocolli della Legge 231
    - Controllo di gestione

    Gestione di un processo di turnaround

    Gestione di un processo di turnaround

    L'azienda necessitava di una revisione organizzativa con ottimizzazione degli FTE, revisione processi di natura amministrativa-gestionale, stabilizzazione dei rapporti con il sistema bancario ed efficientamento dei processi IT. L'intervento articolato in periodi temporali diversi della durata complessiva inferiore ai 18 mesi, ha coinvolto quattro temporary manager del network Empeiria in ambito Risorse Umane, Amministrazione/finanza, controllo di gestione e IT. Il sensibile risparmio dei costi di struttura dovuti a questi articolati interventi ha permesso un importante rilancio dell'azienda.

    Read more

    Ristrutturazione debito bancario

    Ristrutturazione debito bancario

    Intervento di 2 manager Empeiria in azienda caratterizzata da elevati debiti bancari scaduti e situazione economica deficitaria. Si è proceduto con incontri uno a uno con i diversi interlocutori bancari, presentando una proposta aziendale.

    Questa consisteva in una ridefinizione dei fidi bancari passando da fidi rigidi a scadenza a fidi articolati in una parte a 18 mesi + 1 giorno e una su flussi commerciali da utilizzare per colmare eventuali picchi di fabbisogno. La proposta è stata presentata assieme ad una analisi della situazione e un piano strategico a 10 anni. L'azione è stata conclusa entro la fine dell'anno, in 3 mesi, per ottenere i vantaggi di termine di visibilità di bilancio.

    L'operazione, oltre a garantire una tranquillità aziendale, ha permesso un risparmio sugli oneri finanziari superiore al 30%.

    Read more

    Azienda metalmeccanica, settore componentistica per elettrodomestici

    Azienda metalmeccanica, settore componentistica per elettrodomestici

    Azienda metalmeccanica, settore componentistica per elettrodomestici, con fatturato di 35 milioni e 320 dipendenti. L'azienda viene acquisita da un Fondo di private equity, che subentra al suo fondatore. Obiettivo era valorizzare l'azienda al fine di trasformarla da semplice lavorante conto/terzi in un polo di riferimento per la componentistica per elettrodomestici.

    Obiettivi in ambito controllo di gestione definiti dai nuovi azionisti:

    • gestire il flusso produttivo attraverso corretta impostazione di distinte base e cicli di lavorazione dei prodotti secondo un sistema di valorizzazione a costi standard
    • Gestione puntuale della movimentazione di magazzino e del work in progress
    • Analisi delle efficienze di produzione attraverso verifiche degli scostamenti tra valori standard e valori effettivi
    • Reportistica mensile delle performance di vendita (analisi scostamenti in termini di volumi, prezzo, cambio, mix)
    • Reportistica mensile conto economico per linea di prodotto
    • Reportistica mensile flussi di cassa

    Tempistica: 12 mesi

    Risultati: tutti gli obiettivi raggiunti dopo 10 mesi dall'inizio del progetto.

    Read more

  • - Analisi e miglioramento dei sistemi e processi produttivi (metodi Six Sigma e Lean production)
    - Ottimizzazione della Supply Chain / Logistica
    - Facility Management
    - Project Management

    Riorganizzazione di uno stabilimento produttivo a seguito di nuova acquisizione

    Riorganizzazione di uno stabilimento produttivo a seguito di nuova acquisizione Progetto di riorganizzazione e rilancio di un'azienda in grave crisi economico-finanziaria rilevata da un gruppo industriale diretto concorrente nel settore di manufatti di pregio per l'edilizia. Organizzato e gestito tra il 1999 ed il 2003. Realizzato un piano strategico di integrazione aziendale nel gruppo, rimodellando l'area produttiva conformemente alle nuove esigenze commerciali ed ai diversi e più esigenti standard di qualità e sicurezza richiesti. Rivista l'intera organizzazione produttiva secondo logiche "lean" volte a ridurre gli sprechi e gli scarti e ad aumentare l'efficienza produttiva e la qualità del prodotto finale. La funzione prevedeva di riferire direttamente al CDA.

    Read more

    Gestione di un progetto complesso di Inventory Management

    Gestione di un progetto complesso di Inventory Management. Il progetto e stato realizzato per il sito industriale in Bulgaria di un'importante multinazionale. Un'azienda centenaria, leader nella produzione e vendita di prodotti insetticidi e profumatori ambientali ad uso domestico. 300M circa il turnover, 4.000 dipendenti la maggioranza della Holding detenuta da un'importante fondo di Private Equity.

    Read more

    Autofinanziarsi migliorando la gestione del capitale circolante

    Autofinanziarsi migliorando la gestione del capitale circolante Il contesto di crisi aziendale e le forti incertezze del momento, hanno contratto fortemente l'accesso al credito delle piccole medie imprese oltre che accrescerne i costi dovuti alle maggiori garanzie richieste. Ovviamente questi fattori hanno impattato negativamente sulla crescita delle aziende ed hanno necessariamente sollecitato lo spirito imprenditoriale e del management, per la ricerca di soluzioni alternative, che possano garantire sostenibilità al futuro dell'impresa. In particolare una delle attenzioni principali è riposta sulla gestione ed ottimizzazione del capitale circolante ( working capital) quale fonte di autofinanziamento.

    Read more

  • - Analisi piattaforme informatiche
    - Selezione Software
    - Progetti ERP e Business Intelligence
    - Rischi Informatici
    - Forensics, ISO 27001, ISO 27002
    - Sistema informativo e normative cogenti

    Rinnovo Tecnologico, opportunità per migliorare il servizio e ridurre i costi

    Rinnovo Tecnologico, opportunità per migliorare il servizio e ridurre i costi Nell'attuale contesto si rileva che le Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione (ICT) hanno un ruolo sempre più rilevante nel supportare tutti i principali processi e aree funzionali dell'impresa, permettendo di ottenere miglioramenti di competitività rispetto ad aziende concorrenti. Nell'attuale contesto economico sorge l'esigenza di gestire in modo efficace il budget ICT.

    Read more

    L’Information Communication Technology: l’enzima che catalizza lo sviluppo del business aziendale

    L’Information Communication Technology: l’enzima che catalizza lo sviluppo del business aziendale Purtroppo o per fortuna sono nel campo dell'ICT da molto tempo (basti dire che non esistevano i personal computer) e ripercorrendo mentalmente le evoluzioni che ho visto negli ultimi decenni mi chiedevo quale sarà il ruolo dell'ICT nell'azienda del futuro.

    Read more


Created and designed by Pixelsparadise.com
With help of Foundation Framework by ZURB and Flexslider by Madebymufffin

Joomla! ® name is used under a limited license from Open Source Matters
Pixelsparadise.com is not affiliated with by Open Source Matters or the Joomla! Project.